71^ edizione
23·24·25
SETTEMBRE 2020
ITA

NEWS

06 mar

Regaliamo una mimosa: un simbolo di rinascita per superare la crisi

Regaliamo una  mimosa per superare la crisi del coronavirus e per sostenere il settore florovivaistico. Un piccolo gesto che si può fare anche restando a un metro di distanza dalle donne che amiamo – come impongono le misure volute dal governo per contenere la diffusione del virus -, ma che può scaldare il cuore come un abbraccio.

Alla vigilia della Festa della donna 2020 «i produttori di mimose già scontano un probabile 50% di disdette sugli ordini sia da parte della grande distribuzione che da tutte le iniziative che rischiano di essere bloccate a ridosso dell’otto marzo. Inoltre il mercato delle piante in vaso comincia a dare segni di preoccupazione in Italia anche se per ora non ci sono problemi sull’esportazione».

A lanciare l’allarme è Aldo Alberto, presidente dell’Associazione dei florovivaisti italiani, preoccupato per gli effetti dell’emergenza Covid-19 sul comparto in cui l’Italia è leader europeo subito dopo l’Olanda. E Flormart, che dell’Afi è associata, non può che dare voce a questa preoccupazione, lanciando un appello in positivo: la mimosa è un simbolo della rinascita, è una delle prime piante che fiorisce spontaneamente nel nostro paese. Regalare la mimosa per l'otto marzo assume ancora maggiore significato e testimonia la volontà di ognuno di noi di superare questo momento di difficoltà.

«Marzo è uno dei mesi più importanti per i produttori di fiori e piante in vaso, piante e alberi destinati a rendere più belle e vivibili le nostre città e i nostri giardini – prosegue Aldo Alberto -, ci auguriamo che l’emergenza si risolva in tempi brevissimi, altrimenti saranno necessarie da parte del governo misure a supporto di tutte le imprese florovivaiste, che già hanno subito una flessione negli ordinativi nelle regioni della zona rossa ma che in particolare temono l’isterismo generato da un’informazione non sempre puntuale ed oggettiva. Oltre alle zone interessate potrebbe essere colpita l’intera filiera produttiva del settore in tutto il paese».

Il settore florovivaistico rappresenta in Italia il 5% della produzione agricola totale e si estende su una superficie di quasi 30mila ettari, contando 21mila aziende (100mila addetti), di cui 14mila coltivano fiori e piante in vaso e 7mila sono vivai. Il comparto vale circa 2,5 miliardi di euro, di cui il 55% va attribuito ai prodotti vivaistici (alberi e arbusti). In Europa, le aziende florovivaistiche contano un fatturato di oltre 20 miliardi di euro e l’Italia, vale il 15% della produzione comunitaria. Tra i maggiori produttori in Italia c’è la regione Liguria, seguita da Toscana, Campania, Sicilia e Puglia.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies   Maggiori Info