71^ edizione
 
SETTEMBRE 2020
ITA

NEWS

12 set

La potatura degli alberi ornamentali al Flormart per saperne di più.

Al Flormart, dal 26 al 28 settembre alla Fiera di Padova, si potranno conoscere le più innovative tecniche di potatura e, oltre alle piante, anche le tecnologie e le attrezzature per la gestione degli alberi. La potatura nel vivaismo e nell’arboricoltura ornamentale non è ancora vista come una pratica colturale fondamentale, ma quasi sempre come un intervento straordinario o all’opposto di routine.

Infatti nella fase di allevamento in vivaio le operazioni di potatura sono sì frequenti, ma raramente effettuate con cognizione dei risultati da ottenere, ad eccezione di quando si lavora su piante da formare come si dice in gergo a “giusta forbice”. Viceversa nella potatura a dimora s’interviene quasi esclusivamente per evitare pericoli o rimediare ai danni causati dalla chioma non governata.

La potatura di formazione è a sua volta un fondamentale fattore d’innovazione produttiva, perché consente di presentare al consumatore forme diverse della stessa pianta in grado di soddisfare esigenze come la formazione di una siepe, di un gruppo isolato, di un filare, di avere forme geometriche della stessa pianta da alternare, come tradizionalmente veniva fatto nei giardini all’italiana.

Anche per le piante ornamentali può essere necessaria una potatura di produzione come nel caso di piante che hanno la loro maggiore espressione ornamentale nella ricchezza della fioritura o addirittura nei frutti. Gli esempi più eclatanti sono costituiti dagli agrumi in vaso, spesso venduti anche in funzione del numero dei frutti.

Per gli alberi a foglia caduca la potatura, in funzione della stagione in cui viene, si distingue in verde, se attuata nel periodo primaverile-estivo, e secca, se effettuata in inverno. Questo aspetto è importante sia ai fini dell’organizzazione del lavoro che del risultato che si ottiene. Infatti alcune specie gradiscono la potatura al verde, mentre altre no, e i riflessi fisiologici sono diversi con risultati sul vigore e l’equilibrio vegetativo non sempre soddisfacenti.
Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies   Maggiori Info