71^ edizione
 
SETTEMBRE 2020
ITA

NEWS

23 set

Il futuro «green» delle città. Ai padiglioni 11-14 esempi di rigenerazione urbana in chiave sostenibile.

Il punto di partenza è quel dato, risalente a 5 anni fa: 2,7%. Ovvero la presenza media di verde urbano nei capoluoghi di provincia italiani certificata dall’Istat. Un dato da migliorare, perché il futuro delle città non può essere che verde. Il tema del paesaggio e verde urbano, e della sua governance, sarà al centro dei padiglioni 11-14 di Flormart, il salone punto di riferimento internazionale per tutto quanto ruota attorno a florovivaismo, architettura del paesaggio e infrastrutture verdi che si terrà dal 26 al 28 settembre a Padova.

Per aumentare il verde urbano c’è bisogno di una seria politica di sensibilizzazione e finanziamento sul tema. Al padiglione 11, fra gli altri, ci saranno gli stand degli enti pubblici. A cominciare dal Ministero dell’Ambiente e l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale). Insieme a loro spazio per il Comune di Padova, che illustrerà le sue politiche in tema di verde pubblico, il coordinamento delle Agende 21. E non poteva mancare a Flormart lo stand dell’Orto Botanico, unico patrimonio mondiale dell’Unesco della città del Santo, di proprietà dell’Università di Padova, presente anch’essa in Fiera. Da non perdere uno sguardo sui giardini verticali a livello internazionale: come quelli proposti dagli israeliani di Vertigan Urban Gardening Solution, esperti a livello mondiale del settore.

Al padiglione 14 esporranno, fra gli altri, Green Habitat, Sandix, Bloss, Dimensione Verde, Chiocchini&Partners e Mediterranea. Con la possibilità di fare un viaggio internazionale per capire le nuove tendenze relative al verde urbano.

Ricco il calendario di convegni nei due padiglioni. A partire dal convegno inaugurale della settantesima edizione di Flormart, che si terrà giovedì 26 settembre nel padiglione 11. «Verde e salute. Le piante per il benessere delle città» illustrerà i principali benefici prodotti dal sistema verde, le implicazioni sanitarie e progettuali, che le amministrazioni e operatori privati devono conoscere per gestire le criticità prodotte dal cambiamento climatico. Mentre nel padiglione 14 si parlerà di «Innovazioni nella difesa fitosanitaria ecosostenibile delle colture», approfondimento a cura A cura di Camera di Commercio di Padova, in collaborazione con Università degli Studi di Padova e Coldiretti Veneto. Altro importante appuntamento è quello dedicato, sabato 28 settembre (14-17, padiglione 14), al giardino pensile come soluzione sempre più utilizzata nella rigenerazione urbana delle città. Harpo verdepensile, azienda triestina leader del settore, organizza infatti la «IV Convention nazionale giardinieri professionisti del verde pensile», convegno di riferimento sul territorio italiano per gli installatori di coperture a verde. La parola d’ordine è invece «Archinatura» per il forum internazionale EcoTechGreen, che si terrà al padiglione 11. Un appuntamento internazionale ormai consolidato all’interno di Flormart. Organizzato dalla rivista Paysage - Promozione e Sviluppo per l’Architettura del Paesaggio, vedrà quest’anno fra gli ospiti, oltre a Novella Cappelletti, presidente di Paysage editore, anche Jean Louis Missika, vicesindaco assessore all’urbanistica del Comune di Parigi. Uno degli artefici di un progetto di verde urbano che sta conquistando l’opinione pubblica: il polmone verde che si vuole costruire attorno alla Tour Eiffel, da Place Joffre fino al Trocadero, bandendo auto e veicoli inquinanti. Missika testimonierà quanto si sta facendo nella capitale francese.

Il programma completo degli eventi è disponibile sul sito di Flormart.
Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies   Maggiori Info