71^ edizione
 
SETTEMBRE 2020
ITA

NEWS

16 set

Francia e Italia alleate per valorizzare i fiori eduli: Il Crea sceglie Flormart per presentare il programma di cooperazione Antea.

Il Crea, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, il più importante ente italiano di ricerca agroalimentare, sceglie Flormart per presentare Antea, il nuovo programma di valorizzazione delle produzioni di fiori eduli. Un progetto transfrontaliero, tra Italia e Francia, finanziato con i fondi Interreg dell’Unione Europea. L’appuntamento è per venerdì 27 settembre alle 10 nell’area di Erbale Forum, al padiglione 1 della Fiera di Padova.

L’obiettivo generale del progetto Antea è di riorganizzare la filiera emergente dei fiori eduli, in modo tale da far evolvere la più antica produzione transfrontaliera di fiori ornamentali, attraverso l’applicazione di innovazione tecnologica in grado di mettere in valore ogni aspetto legato a produzione, qualità, sicurezza d’uso, trasporto, conservazione e mercato.

Antea ha inoltre i seguenti obiettivi specifici:
  • sviluppare azioni di promozione e formazione verso le piccole medie imprese del territorio proponendo modelli di sviluppo di business;
  • ampliare l’offerta produttiva individuando nuove specie eduli;
  • definire un percorso gastronomico e culturale;
  • definire un marchio tematico o di origine;
  • capitalizzare l’esperienza del progetto: una vetrina tecnologica virtuale (living lab) disponibile su internet, tre vetrine tecnologiche sul territorio (open labs), un “market place” per l’incontro ed il dimensionamento della domanda e dell’offerta per zone rurali e di montagna;
  • studiare la fattibilità della creazione di un ente giuridico che permetta di consolidare l’attività della filiera del fiore edule ed i relativi servizi.

Gli obiettivi sono rivolti a fronteggiare la crisi che il comparto della floricoltura ha avuto negli ultimi anni, inducendo le piccole e medie aziende agricole a rivolgersi verso specie adatte a mercati alternativi pur mantenendo la stessa tipologia produttiva. Questo processo ha visto il coinvolgimento delle piante aromatiche e sta iniziando a coinvolgere quelle specie commestibili che si posizionano sul mercato alimentare della tradizione e della cucina di innovazione.
Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies   Maggiori Info