71^ edizione
 
SETTEMBRE 2020
ITA

NEWS

11 giu

“COSTRUIAMO INSIEME DAL BASSO LA RIFORMA AGRARIA PUGLIESE”

L'Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori è da sempre un partner del Flormart non solo per l'importante presenza delle aziende alla manifestazione della Fiera di Padova, ma anche per la stretta collaborazione sull'analisi delle problematiche che affliggono il settore. Le tematiche fitosanitarie sono ormai da anni al centro del dibattito e del confronto nel settore. Per questo dopo una prima riflessione di tre anni fa sull'elaborazione del nuovo regolamento comunitario sulla protezione contro gli organismi nocivi delle piante e dopo l'importante convegno che si è tenuto a Monopoli il 1 giugno scorso, ANVE e Flormart faranno un importante momento di confronto nell'ambito della Fiera di Padova il prossimo settembre (dal 26 al 28).

XI GIORNATA NAZIONALE DEL VIVAISMO MEDITERRANEO
Registrato il tutto esaurito al convegno organizzato da ANVE

Grande successo per il convegno "Il nuovo Regolamento 2016/2031 relativo alle misure di protezione contro gli organismi nocivi per le piante in vigore dal 14 dicembre 2019" organizzato in occasione dell' XI Giornata Nazionale del Vivaismo Mediterraneo tenutasi l'1 giugno presso la sede operativa ANVE a Monopoli.

Si dall'inizio, gli interventi delle Istituzioni hanno espresso il tenore del convegno: il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per l'occasione ha fatto il punto sull'emergenza Xylella fastidiosa e sulle procedure amministrative messe in atto negli anni di escalation dell'emergenza; in particolare ha comunicato che ora è necessario individuare le ideonee modalità di movimentazione della piante in zona demarcata e provvedere alla sostituzione delle piante malate con altre cultivar resistenti e, dove permesso, altre coltivazioni. In relazione al Regolamento 2016/2031, Emiliano ha esposto il valore di tale norma per quei territori agricoli, come quello pugliese, che se da una parte apportano numerosi benefici per l'occupazione e il turismo, dall'altra, trattandosi di monocolture come nel caso dell'olivo, mostrano equilibri estremamente delicati ed un alto livello di vulnerabilità. Per questo è quantomai necessario dotarsi di norme chiare e conformi in tutta Europa per limitare il più possibile l'ingresso e la diffusione di organismi nocivi per le piante.

Leggi comunicato completo

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies   Maggiori Info