70^ edizione
26·27·28
SETTEMBRE 2019

Eventi

Rassegna di appuntamenti e incontri su tematiche di particolare interesse e attualità.

Paesaggi fluidi: come l'acqua disegna i territori.

DATA
venerdì 21 settembre 2018

ORA
11:30 - 13:00

LOCATION
Pad. 11 - Area GPP Lab. Convegno in italiano

TEMI
- ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO
- CULTURA

DESCRIZIONE

Nella progettazione di quartieri, edifici, infrastrutture ma anche nel concepire paesaggi, ad uso agricolo, industriale, urbano, l’elemento idrico è imprescindibile e spesso rappresenta il punto di partenza della progettazione stessa. Lo è sempre stato.
I grandi insediamenti umani si sono sempre sviluppati in prossimità di fiumi, laghi, vicino al mare.

Spesso i corsi d’acqua sono stati deviati, sono stati creati canali per scopi irrigui, difensivi, di trasporto merci e di persone; sempre comunque l’acqua ha mantenuto una forte correlazione con il paesaggio. Tale assunto è un elemento costitutivo del territorio Veneto, solcato da grandi fiumi, caratterizzato da alte montagne e da una pianura che in gran parte è al di sotto del livello del mare.

L’acqua è un valorizzatore del territorio: regioni prospere sono anche regioni dove l’acqua è ben distribuita, in una rete di grandi, medi e piccoli corsi, naturali e artificiali, che rappresentano il tessuto connettivo dei territori e mettono in relazioni spazi urbani e agricoli, prati, boschi, oasi.
L’acqua è dunque un alleato dell’uomo, ma il rapporto non è incondizionato. Quando le sue esigenze non sono rispettate, l’acqua finisce col prendersi lo spazio che le spetta: è il caso di alluvioni, esondazioni, frane e allagamenti. Il continuo lavoro di manutenzione e riconfigurazione del territorio non può non tenerne conto. Organizzare un territorio significa in gran parte amministrarne il regime idraulico.
Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies   Maggiori Info